logo comun-icare
 

Leggere in lingua originale: Agatha Christie tra giallo e sfide linguistiche

Il 12 gennaio 1976 veniva a mancare all’entusiasmo e all’attesa dei suoi lettori, sparsi davvero in tutto il mondo, la scrittrice inglese Agatha Christie. 

 

Lei che aveva raccontato per tanto tempo, storie gialle ricche di colpi di scena, se ne andava con discrezione, nella sua casa di Wallingford, nel bel mezzo della campagna inglese.


Sull’origine della malattia che la colpì durante gli ultimi anni, non si è fatta ancora chiarezza.

Forse fu Alzheimer, dicono alcuni, e proprio la mostra organizzata a Montreal in occasione dei 125 anni dalla sua nascita, vorrebbe far luce anche su questo aspetto biografico.


In occasione di questa mostra, si potranno ammirare ben 320 reperti tra cui tantissimi libri e lettere. Del resto, Agatha, visse molto tempo in Canada, dove arrivò nel 1922, seguendo il marito di cui mantenne il cognome, anche dopo la separazione.


Winston Churchill la definì “la donna che dopo Lucrezia Borgia è vissuta più a lungo a contatto con il crimine”. 


Infatti, tra i suoi gialli, si contano niente meno che  93 romanzi e 17 commedie, tradotti in 45 lingue. Per non parlare dei tantissimi adattamenti cinematografici e dei tanti volti televisivi assunti dai suoi personaggi più famosi: l’ispettore Hercule Poirot e Miss Marple.


Il primo, Hercule Poirot, è l’investigatore belga protagonista del primo romanzo della Christie, Poirot a Styles Court (1920). La sua fama è mondiale, ed è considerato universalmente come uno tra i più grandi detective della letteratura poliziesca.


Uno dei romanzi più celebri da lui interpretati, che ha visto anche una famosa trasposizione cinematografica firmata da Sidney Lumet, è Assassinio sull’Orient Express, dove l’ispettore dimostra tutta la sua sagacia e la sua predisposizione per le trame complesse dove la logica e la calma hanno un ruolo essenziale per risolvere il mistero.

L’altra celebre protagonista dei romanzi di Agatha Christie, Miss Marple, è un’anziana signora, nubile. Caratterialmente può apparire tremendamente curiosa. In realtà è soprattutto una grande osservatrice dell’animo umano. Completano il quadro una buona dose di furbizia e di ironia. 


Tra le sue passioni, c’è il giardinaggio, ma non disdegna la cucina, infatti ama preparare tè con pasticcini per le sue amiche. Nell'immagine la vediamo interpretata da Margaret Rutherford.

Il suo villaggio, St. Mary Mead, è il teatro di alcuni delitti che la vedono implicata,  perché sarà proprio l’osservazione dell’animo umano, come dice lei stessa,  a metterla nei guai, ma più spesso, ad aiutarla ad incastrare i colpevoli.


Il tipico scenario della campagna inglese, con le sue abitazioni ricche di stoviglie e i divani foderati all’uncinetto, fa da sfondo a queste storie, che appassioneranno anche le nuove generazioni.

Scritte in modo semplice, asciutto, senza dimenticare l’uso sapiente di metafore, queste storie possono essere scelte anche come letture in lingua originale, per scoprire o riscoprire la gioia di leggere perfezionando il proprio inglese. 


Di questi romanzi, esistono anche delle versioni fatte ad hoc per questo scopo, anche se la scelta dell’edizione integrale è sicuramente possibile.


Ad esempio la CIDEB-Black Cat, collana appartenente al gruppo DeAgostini, fornisce anche ebook e letture gratuite.

Si può scegliere, inoltre, un editore come Penguin, che nella collana Penguin Readers offre, in collaborazione con la Pearson, numerosi libri in livello 3 (che usano un vocabolario di 1.200 parole, il minimo per avere dei testi fluidi e logici) e 4 (1.700 parole) spesso accompagnati dal file audio mp3.


La particolarità di queste edizioni, è la suddivisione dei libri in livelli. Ciò consente un approccio sereno al testo, un procedimento per obiettivi, che tenga conto dei prerequisiti fondamentali già acquisiti.

In questo modo il ragazzo è incoraggiato nel proseguire la lettura, perché è alla sua portata,  e nel migliorarsi.


Ma perché scegliere proprio i romanzi di Agatha Christie per un percorso personale di lettura in inglese? Sicuramente perché raccontano storie interessanti, ben costruite, dove l’intreccio non è mai scontato e nulla è lasciato al caso.


Al divertimento costituito dal giallo raccontato, il ragazzo o l’adulto, potranno abbinare quello della lettura direttamente in inglese. In questo modo sarà più semplice anche superare le pur inevitabili sfide linguistiche che il testo propone.


Maria Serena Cavalieri


File IconVersione per stampa



Cerca nel sito
Per effettuare una ricerca all'interno del sito è sufficiente compilare il campo sottostante.


Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere la newsletter di ComunIcare.


Tagclouds
Educazione, Ricerca, Adolescenti, Didattica, comunicazione, New media, Caterina Cangià, Comunicazione Interpersonale
spacer
© 2007 Comun-ICare. Tutti i diritti riservati | Privacy policy | Conditions of use - P.Iva 05914961007
Cms e sviluppo: Time&Mind